Per ottenere il brevetto assistente bagnanti, chiamato più comunemente brevetto bagnino, è possibile rivolgersi a tre Federazioni autorizzate: la FIN (Federazione Italiana Nuoto), la FISA (Federazione Italiana Salvamento Acquatico) e la SNS Genova (Società Nazionale di Salvamento Genova). I brevetti hanno tutti la stessa valenza, anche se prevedono procedure ed esami diversi.

Il corso assistente bagnanti della FIN e della SNS Genova comprendono anche l’estensione mare. In pratica, dopo aver conseguito il corso per diventare bagnino nelle piscine, è sufficiente seguire un percorso extra formativo per estendere l’abilitazione anche alla supervisione in mare. La FISA prevede invece due percorsi formativi distinti e separati per la piscina e per il mare.

Quale corso seguire per il brevetto assistente bagnanti?

Da un punto di vista pratico, i corsi offerti da FIN e SNS Genova sono da preferire poiché consentono di ottenere la cosiddetta estensione mare dopo aver conseguito il brevetto per la sorveglianza in piscina. Il brevetto FISA è più complesso, poiché è necessario seguire due percorsi distinti tra di loro. Partendo dal presupposto che tutte e tre le Federazioni sono qualificate ed affidabili, indubbiamente il certificato rilasciato dalla FISA garantisce una preparazione più completa ed accurata.

Chi vuole conseguire il brevetto per semplici crediti formativi o per una questione di cultura personale, farebbe bene ad optare per i percorsi in un certo senso più malleabili e meno esigenti come quelli della FIN e della SNS Genova. Chi invece punta ad una preparazione completa per una carriera lavorativa nel campo del salvataggio, farebbe bene a seguire i corsi della FISA.

Come sono strutturati gli esami per il rilascio del brevetto FISA?

L’esame per conseguire il brevetto di assistente bagnanti della FISA si suddivide in 4 prove totali.

La prima verte sull’ordinanza balneare e sugli aspetti legati all’assistente bagnanti, sui nodi marinareschi e sugli elementi di meteorologia per gestire gli interventi di salvataggio in base alle condizioni atmosferiche.

La seconda prova prevede i seguenti test fisici:

  • nuotare per 25 m in apnea;
  • nuotare 100 m stile libero in meno di 1’50”;
  • nuotare 50 m in meno di 1’25” in queste modalità: 25 mt andata in stile salvamento; presa di contatto col pericolante posizionato sul fondo della piscina; 25 mt ritorno con una tecnica di trasporto;
  • nuotare 100 mt con maschera snorkel e pinne in meno di 2’ in queste modalità: 50 mt nuoto operativo di superficie; 50 mt trasporto del figurante o del manichino con la cosiddetta tecnica a stampella;
  • nuotare 50 mt alternando 4 tecniche di trasporto del pericolante.

La terza prova consiste in una simulazione del soccorso ad un pericolante con un pattino di salvataggio. Successivamente bisogna sciare in piedi fino a raggiungere un gavitello posizionato ad una distanza non inferiore a 150 m dalla riva, ruotarci intorno, simulare il recupero e tornare a riva entro 6’30”.

Infine la quarta prova verte su: primo soccorso e attivazione di un’emergenza, varie tipologie di annegamento, diverse fasi dell’annegamento e rianimazione cardio-polmonare su pericolante in stato di annegamento.

Da chi è composta la commissione d’esame per il brevetto FISA?

La commissione d’esame della FISA è presenziata dalla Capitaneria di Porto per chi ha deciso di intraprendere il percorso abilitante all’esercizio della professione in mare e piscina. Chi invece ha scelto solo il percorso abilitante alla sorveglianza in piscina, deve seguire l’esame con una commissione esaminatrice presenziata da un medico rianimatore. Chi ha il brevetto piscina ed intende ottenere anche quello mare, deve seguire il corso daccapo ed essere riesaminato una seconda volta dalla Commissione d’esame della Capitaneria di Porto. Come detto precedentemente questo percorso è più arduo, ma da un punto di vista professionale è maggiormente apprezzato ed apre più strade da un punto di vista lavorativo.

Categorie: Formazione

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *