É ancora fattibile investire denaro all’estero nel 2019? scopriamolo assieme

La crisi in tutto il paese dilaga senza pietà: anche investimenti come i Buoni del Tesoro Poliennali, che sino a qualche mese fa concedevano ancora piccoli lussi di potersi concedere investimenti con un margine di guadagno, si sono raffreddati con le ultime notizie in materia di interessi legati ai poliennali a lungo termine.

Quale ispirazione potrebbe allora convincere un investitore italiano in questo complicato 2019 per ridare fiducia a patrimoni posti in standby, quasi inutilizzati sui conti correnti?

Ancora una volta la globalizzazione, o la mondializzazione, dell’economia è male e rimedio a seconda di come la si affronti e, se la globalizzazione è vista come il diavolo, tanto vale fare patti con esso e credere nella potenzialità di investire denaro all’estero.

Cosa dovete sapere a riguardo?
Quali investimenti sono i più consigliati?
Cerchiamo assieme di capire un po’ di più l’argomento.

Investire nel Forex

Di cosa parliamo quando parliamo di Forex?

Non è così difficile da comprendere: quando parliamo di Forex intendiamo investimenti direttamente sullo scambio tra valute straniere, cioè la speculazione diretta sui rapporti di guadagno e perdita tra due valute, ad esempio tra euro e dollaro, la casistica più diffusa.
In teoria tutto ciò appare semplice, soprattutto se si vuole affrontare un investimento che non coinvolga istituti di investimenti collettivi, quindi cercando il massimo del guadagno senza cedere percentuali di commissione, ma la verità è che il Forex, tanto semplice quanto apparentemente immediato, richiede un profondo studio.

Senza nessuna analisi il Forex rischia di divenire un cappio: al contrario, studiando i flussi economici dei vari paesi, e proiezioni degli analisti specialisti del settore, le tendenze relative alla materia, si possono ottenere ottimi margini di guadagno proprio sul gioco speculativo tra due monete.

Non dimenticate che è un mercato di contrasto: per tutti coloro che guadagnano interessi sul cambio monetario, esiste una controparte in perdita; lo studio approfondito delle economie dei paesi nei quali circolano le valute scelte serve proprio per rimanere a tutti i costi dalla parte di coloro che alzano il pollice al cielo.

Investimenti sul lungo periodo

Se il Forex è un’ottima fonte di guadagno immediato, comunque su investimenti relativi a brevi, al massimo medi periodi, gli investimenti sul lungo periodo per alcuni aspetti sono meno rischiosi, per altri richiedono allo stesso modo un’analisi preventiva delle fonti d’investimento, analisi che può essere delegata ad investitori ‘professionisti’, abili nel cercare il migliore fondo comune straniero, il paese con l’economia pià promettente, le valute o le azioni maggiormente rappresentative per tentare un investimento sul lungo periodo.

In questo articolo, non dimenticatelo, parliamo di investimenti all’estero, quindi non fraintendete con eventuali BTp o similari.

Un settore che richiama sempre più investitori sono le materie prime: dall’oro all’argento, dal rame alle pietre preziose, il mondo è un’ottima opportunità per investire denaro all’estero, ma non siate sprovveduti e concedetevi tempi di studio anche nel caso vi rivolgiate a piattaforme d’investimento collettivo.

Quali sono i tempi minimi d’investimento?

Per investimenti sul lungo periodo concepiamo come base di partenza un lasso di almeno tre anni, tempo al di sotto del quale parliamo di medio periodo con altri considerando e altre opportunità.

Anche il mercato azionario sul lungo periodo, soprattutto in alcuni paesi asiatici, negli ultimi anni ha concesso ottime fonti di guadagno; anche in questo caso analisi e studio accenderanno i riflettori su quelle aziende per le quali potreste investire denaro ottenendo ottime fonti di guadagno nel tempo.

Categorie: Formazione

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *