Diventare insegnanti: concorso e formazione
Scuola, formazione, progetti e tanto lavoro

In Italia, il reclutamento del personale docente avviene attraverso tre tipi di graduatorie:

graduatorie di merito:personale docente che risulta essere vincitore di concorso per esami e titoli (per assunzioni a tempo indeterminato);

graduatorie ad esaurimento (ex permanenti): per assunzioni a tempo indeterminato e per incarichi annuali;

graduatorie di istituto: per supplenze brevi.

L’assunzione avviene attingendo per il 50% dalle graduatorie di merito (ossia coloro i quali risultano essere vincitori di concorso per titoli ed esami) e per il 50% dalle graduatorie ad esaurimento o ex permanenti.

Secondo la Legge n.107/2015 per poter accedere al concorso pubblico per titoli ed esami per ogni tipologia di classe di concorso, bisogna essere provvisti di abilitazione all’insegnamento, ottenuto previo opportuno percorso formativo (titolo indispensabile anche per accedere alle graduatorie di istituto).

I concorsi sono nazionali, su base regionale ed hanno cadenza triennale.

Come abilitarsi per l’insegnamento?

Ma come è possibile conseguire l’abilitazione? Il percorso abilitativo all’insegnamento attualmente, fa riferimento al Decreto Ministeriale n.249 del 10 settembre 2010, il quale prevede il possesso di una specifica laurea magistrale (diversa a seconda della classe di concorso) e dello svolgimento del successivo TFA (tirocinio formativo attivo), grazie al quale si ottiene l’abilitazione all’insegnamento. Un corso universitario per l’abilitazione alla professione articolato in un gruppo di tre attività per un totale di 1500 ore di formazione pari a 60 CFU. Per la scuola primaria e dell’infanzia è previsto invece il conseguimento della laurea quinquennale ed un anno di tirocinio.

Il Decreto Ministeriale 81 del 25 marzo 2013, con i PAS (percorsi abilitanti speciali) va a modificare in parte il precedente decreto. I PAS sono un percorso abilitativo alternativo diretto a coloro che hanno prestato servizio per tre anni all’interno di scuole pubbliche o parificate.

Il decreto 59/2017 del 31 maggio 2017 ha istituito poi, un nuovo percorso formativo per gli insegnanti della scuola secondaria denominato FIT. Un percorso che prevede la previa acquisizione di 24 Cfu nelle discipline antropo-psicopedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche per poter accedere ad un percorso formativo di tre anni finalizzato all’insegnamento e al ruolo.

Per approfondimenti sul mondo della scuola ed i relativi bandi di concorso visitare il sito del Ministero della Pubblica istruzione al seguente link:

http://www.miur.gov.it/

oppure il portale https://oc4jesemvlas.pubblica.istruzione.it/fspublink/visualizzalinkpubbandi/ricerca_switch.do

dove è possibile scegliere diverse tipologie di bando in base alla regione di proprio interesse.

 

Categorie: Scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *